18 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Vercelli, Carabiniere fuori servizio evita suicidio

Il giovane militare è riuscito a fermare un uomo preso dalla disperazione per aver perso il posto di lavoro
Auto dei Carabinieri - Immagine di repertorio
Auto dei Carabinieri - Immagine di repertorio (ANSA)

VERCELLI - E' di nuovo successo, un altro tentativo di suicidio per la perdita del lavoro. Ieri pomeriggio, a Vercelli, un uomo di 48 anni, preso dalla disperazione per aver perso il suo impiego, ha tentato di farla finita salendo al di là del parapetto del ponte sul canale di scolo che confluisce nel Sesia con l'intenzione di gettarsi sotto. Proprio in quel momento, verso le ore 13, transitava in quel luogo un sottotenente dei Carabinieri fuori servizio di 31 anni, appartenente al Comando della Legione Carabinieri di Milano, che notando qualche persona che si sbracciava nell'intento di distrarre dalla sua intenzione l'aspirante suicida, si è subito fermato ed è corso verso il ponte e in breve, capendo la gravità della situazione, ha approfittato di un attimo di disattenzione dell'aspirante suicida e lo ha bloccato con forza e riportato al sicuro sulla strada, in attesa dei soccorsi già avvisati in precedenza.
Il quarantottente, di Vercelli, è affetto da depressione dovuta alla perdita del suo lavoro ed è stato trasportato dai sanitari del 118 in stato confusionale all'Ospedale e trattenuto in osservazione e cura.