17 giugno 2019
Aggiornato 12:30
Cultura

Libri: «Bianca di polvere» alla Serra dei Leoni

Tra droga e inquietudine la presentazione del romanzo d’esordio della biellese Marianna Cimmino arriva a Sordevolo

SORDEVOLO - Marianna Cimmino, in arte M. McLaw, sarà ospite della Serra dei Leoni, in via Clemente Vercellone 4, giovedì 30 agosto alle ore 19  con  il suo romanzo d’esordio «Bianca di polvere» (Ianieri Edizioni).Uscito lo scorso maggio e presentato al 31° Salone Internazionale del Libro di Torino tra le novità editoriali della Ianieri nella collana Forsythia, «Bianca di polvere» si rivela un romanzo intenso, la fotografia di un’epoca, la denuncia di una società votata al giudizio facile e alla superficialità.

La storia

La protagonista, Bianca, è una ragazza con un lavoro, amici, famiglia. Cocainomane, si droga per combattere il silenzio dentro cui è avvolta e per difendersi da un mondo che non l’ha mai compresa. Un giorno irrompe improvvisamente nella sua vita Tommi e con lui Bianca scopre il potere dell’amore. Per un attimo pensa di riuscire a cambiare, pulirsi l’anima e ricominciare, ma troppe sono le ombre che oscurano la sua vita. Bianca è una spacciatrice, in affari con Stefano  – il migliore amico di Tommi – ma soprattutto una donna sospettata di omicidio. Da questo momento niente è più come prima. E mentre il castello di sogni e di speranze crolla, Bianca inizia una lotta contro il tempo per provare a salvare se stessa e l’amore. Sarà la voce narrante di Stefano a raccontare la verità e a mettere insieme i tasselli di un puzzle estremamente complesso.

Un luogo suggestivo
La cornice entro cui si terrà la presentazione di «Bianca di polvere» è quella de La Serra dei Leoni, ex orangerie, facente parte di Villa Cernigliaro, dimora storica vincolata dal Ministero della Pubblica Istruzione e tutelata dalla Sovrintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio del Piemonte. All’inizio del secolo appena trascorso e in pieno regime fascista, grazie a Franco Antonicelli, Villa Cernigliaro divenne luogo di incontro di pensiero politicamente dissidente degli intellettuali Ginzburg, Bobbio, Pavese, Einaudi, Frassinelli, Croce, Mila, Zini, Pirandello, Montale, Colonnetti, Frassati, Linati, Levi, Tessa e altri.

L'autrice
Marianna Cimmino, in arte M. McLaw, nasce a Palermo nel 1987 e si trasferisce a Biella sin dai primissimi mesi di vita. Ha studiato a Pavia, Milano e Manchester, città che la vede innamorarsi dell’Inghilterra e della sua cultura liberale. Tra il 2007 e il 2014 mixa la sua passione per l’economia digitale a quella per la musica Techno, High Tech minimal ed Elettronica, alternando notti a tutto volume a serate silenziose, immersa tra le parole crude e irriverenti di Welsh e la saggezza sbronza di Bukowski. Nel 2016 approda su Instagram (@mcLaw1107) dove pubblica una serie di pensieri raccolti negli anni. «Bianca di polvere», sua prima pubblicazione, è un romanzo di fantasia ispirato a un fatto realmente accaduto, la morte per overdose di eroina della sorella di una cara amica dell’autrice.