19 dicembre 2018
Aggiornato 11:30

Otzi: il re delle montagne biellesi

Si chiama Otzi, è un «Loo Valley Shepherd» e sicuramente lo troverai su una vetta ad ammirare il paesaggio che lo circonda
Otzi, il cane appassionato di montagne
Otzi, il cane appassionato di montagne (Diario di Biella)

BIELLA - E' la storia di un amore e di un'amicizia. Non solo quella infinita e indissolubile che lega un uomo al suo cane, ma anche quella di una passione condivisa: l'amore per la montagna. Un modo di vivere la vita insieme, fatta di creste, pascoli, laghi blu cobalto, corse in mezzo ai prati e panorami mozzafiato. Ecco la storia di Otzi, un simpatico pastore della Loo Valley, affettuoso, giocherellone e amante delle montagne biellesi.

LA STORIA - Otzi nasce il 20 Giugno 2016 nell'alpeggio del Loo superiore. Come di consueto Andrea e Valeria stavano passeggiando per sentieri nella meravigliosa Valle di Loo a Gressoney. Quel giorno li avvicinò un pastore che teneva tra le braccia un cucciolo di appena un mese. Troppa dolcezza per restare indifferenti. Occorreva avere una buona «zampa» per camminare, ma Otzi era ancora troppo piccolo e così fu trasportato a valle dentro una grossa busta di plastica. Con quella testolina a penzoloni già mostrava ammirazione per la bellezza, i colori e i profumi di quegli spazi incontaminati.

Otzi a un mese

Otzi a un mese (© Diario di Biella)

Otzi cucciolo

Otzi cucciolo (© Diario di Biella)

Fotografato in cima al Mucrone, sul Monte Camino, al Mombarone, al Tovo, al Bo, al Cresto, e conosciuto da runners, margari ed escursionisti, Otzi è in assoluto il re delle montagne Biellesi, e non vede l'ora di sedersi nei prati, di immergere il pelo dentro un lago o di rincorrere i «becchi» che non vogliono giocare con lui.

Otzi in cima al Monticchio

Otzi in cima al Monticchio (© Diario di Biella)

Otzi sul colle della Mologna Grande

Otzi sul colle della Mologna Grande (© Diario di Biella)

Otzi sul Mombarone

Otzi sul Mombarone (© Diario di Biella)

Scodinzola felice quando vede Andrea o Valeria preparare gli sci o i bastoncini da trekking, aspetta seduto, ne osserva i movimenti, in attesa di vivere ogni giorno la gita più bella della sua vita. Con il vento gelido che taglia il muso o il sole caldo che scalda il cuore, Otzi è sempre lì a dimostrare il suo amore, la sua energia, e la sua amicizia.

UNA STORIA D'AMORE - Una bella storia d’amore quella tra Otzi, Valeria, Andrea che non conosce tempo, spazio e limiti, proprio come la montagna. Un amore vero che dura per sempre e che è dentro di noi.

Otzi e i suoi padroncini: Andrea e Valeria

Otzi e i suoi padroncini: Andrea e Valeria (© Annamaria Gremmo photography)