17 novembre 2018
Aggiornato 16:00

500 mila euro in borse di ricerca per gli studenti di Piemonte e Valle D'Aosta

I fondi messi a disposizione da Fondazione Crt sono destinati a studenti e laureati negli atenei delle due regioni e sono reperibili sviluppando progetti innovativi da presentare al bando «Talenti della società civili»
500 mila euro in borse di ricerca per gli studenti di Piemonte e Valle D'Aosta
500 mila euro in borse di ricerca per gli studenti di Piemonte e Valle D'Aosta (Shutterstock.com)

TORINO - Con il bando «Talenti della Società civile» Fondazione Crt assegnerà borse di ricerca per 500 mila euro a laureati e studenti universitari degli Atenei del Piemonte e della Valle d’Aosta che sviluppino progetti innovativi imprenditoriali e di ricerca, prevalentemente presso realtà non profit o aziende del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Due tipi di borse
Sono previste due tipologie di borse: quelle di ricerca per lo sviluppo del territorio, della durata di 12 mesi, per un valore di 18 mila euro lordi ciascuna (di cui almeno 3 mila euro di cofinanziamento) in campi quali il green, la sostenibilità agroalimentare, la qualità dell’ambiente, la prevenzioni di rischi idrogeologici e incendi, le bonifiche, il miglioramento delle infrastrutture, l’accessibilità; borse per la promozione dell’imprenditorialità studentesca, della durata di 6 mesi, del valore di 4 mila euro lordi, con idee che, per la prima volta, potranno essere proposte in team.
Il bando, on line sul sito www.fondazionegoria.it, è aperto fino al 19 ottobre: possono candidarsi laureati fino a 30 anni (con diploma di primo livello, laurea specialistica o magistrale, laurea a ciclo unico e dottorato di ricerca) e studenti fino a 25 anni.

Nuove opportunità di crescita per i giovani
«Le nuove generazioni sono la vera ‘forza della società, il ponte tra passato e futuro, tra possibilità e realtà – afferma il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia –. Il bando Talenti della Società civile della Fondazione CRT favorisce le condizioni per lo sviluppo economico e sociale della collettività attraverso nuove opportunità di crescita ai giovani ricercatori». «Cerchiamo talenti capaci di tradurre le idee in capacità imprenditoriale e aperti alla community building: giovani che, pur provenendo da percorsi differenti, siano accomunati dalla stessa visione innovativa – dichiara il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci –. Obiettivo del bando è innescare un processo virtuoso di ‘fertilizzazione’ tra il mondo della ricerca e i suoi risvolti applicativi, promuovendo inoltre il ‘reclutamento’ dei laureati in ambiti lavorativi extra universitari».

Un passo in più
Il bando, come nelle precedenti edizioni, sarà gestito dalla Fondazione Giovanni Goria, il cui Presidente Marco Goria dichiara: «Durante questi anni abbiamo potuto vedere concretizzarsi le idee di giovani talentuosi. Grazie al loro lavoro e all’opportunità offerta dal bando Talenti della Società civile, molti di loro hanno raggiunto risultati importanti. Quest’anno abbiamo voluto fare un passo in più, scommettendo sulle idee imprenditoriali e le capacità di lavorare in team dei giovani studenti».

A chi è rivolto il bando
Le borse di ricerca connesse allo sviluppo del territorio sono rivolte a laureati in Ingegneria, Architettura, Scienze matematiche e informatiche, della terra, biologiche e naturali, agrarie e veterinarie, economiche e statistiche, fisiche, chimiche, mediche. Le borse per la promozione dell’imprenditorialità studentesca sono destinate a team di studenti universitari del Piemonte e Valle d’Aosta iscritti a corsi di laurea differenti, per valorizzare le molteplici competenze e l’interdisciplinarità alla base di un’idea imprenditoriale. Dal 2009 ad oggi sono già state assegnate 656 borse di ricerca con il bando «Talenti della Società civile», per un investimento della Fondazione CRT di 14 milioni di euro.