21 settembre 2018
Aggiornato 06:00

«Pistola elettrica» a Torino: parte la sperimentazione

Il taser, la pistola ad impulsi elettrici, da ieri in dotazione alle Forze dell'ordine nel capoluogo piemontese
Carabinieri mostra il Taser durante una conferenza stampa
Carabinieri mostra il Taser durante una conferenza stampa (ANSA)

TORINO - Prende il via anche a Torino la sperimentazione del taser, la pistola ad impulsi elettrici da oggi in dotazione alle Forze dell'ordine in dodici città italiane. Durante il mese di agosto, istruttori specializzati hanno tenuto un corso al Comando del nucleo radiomobile dei Carabinieri e venti militari dell'Arma sono stati abilitati. L'apparecchio, che a titolo sperimentale sarà impiegato da una pattuglia per ogni turno di servizio, emette impulsi elettrici.

ALTERNATIVA EFFICATE - La frequenza, la durata, la tensione e l'intensità sono calcolate in modo da inibire la minaccia, senza causare danni permanenti alla persona colpita. «Un valido strumento di dissuasione - spiegano dall'Arma - ed un'efficace alternativa a disposizione dei militari impegnati nel pronto intervento per evitare lo scontro fisico con persone alienate o fuori controllo».