20 settembre 2018
Aggiornato 04:30

Lo chef «stellato» Sacco arriva al Ristorante Piano 35

Il nuovo chef del ristorante in cima al grattacielo di Torino è Marco Sacco, due stelle Michelin dal 2007
Lo chef Marco Sacco
Lo chef Marco Sacco (piccolago.it)

TORINO - Riapre con la cucina dello chef Marco Sacco, due stelle Michelin al «Piccolo Lago» di Verbania,i l Ristorante Piano 35, nel grattacielo di Intesa Sanpaolo disegnato da Renzo Piano a Torino. L'apertura al pubblico del"ristorante più alto d'Italia" il 17 settembre, in collaborazione con Affida, la newco del Gruppo Cirfood specializzata nell'alta ristorazione.

4 DIVERSE FASCE DI PREZZO - Di giorno offerta in «chiave bistrot» con 4 diverse fasce di prezzo, la sera cene gourmet con tre scelte, Piemonte «per ritrovare il piacere della tradizione», Mediterraneo, «per esplorare i colori e i profumi della cucina italiana», e Mondo «per scoprire i piatti simbolo del nostro Pianeta».
«Non esiste un posto simile in Italia - dice Sacco - l'atmosfera è moderna e internazionale, ma le sue fondamenta appoggiano sulla prima capitale d'Italia. Si respira il mondo al 35° piano di Torino, E il mondo è ciò che porteremo nel piatto».
Sacco, 53 anni, alla guida del Piccolo Lago dal 1974, fa parte dell'associazione Chic (Charming Italian Chefs).