21 settembre 2018
Aggiornato 19:00

Trovato morto alpinista sul Monviso

L’uomo, un cuneese di 59 anni, è caduto a 3700 metri di quota tra la parete Est e la via Normale. Blocatti per lo choc anche tre alpinisti francesi
Tecnici del Soccorso alpino accompagna in discesa gli alpinisti francesi, soccorsi perché sotto choc dopo la vista del cadavere
Tecnici del Soccorso alpino accompagna in discesa gli alpinisti francesi, soccorsi perché sotto choc dopo la vista del cadavere (ANSA)

CUNEO - Il corpo senza vita di Claudio Fulcheri, 59 anni, di Cuneo, infermiere all’ospedale «Santa Croce» è stato recuperato ieri sul Monviso dagli operatori del soccorso alpino piemontese. Il punto del ritrovamento è a quota 3.700 metri lungo la cosiddetta «Via della Lepre», che conduce la via normale alla cresta est. L'intervento è scattato dopo la segnalazione, in mattinata, delle cordate di una scuola di alpinismo del Cai impegnate nella salita.

BLOCCATI ANCHE TRE FRANCESI - Una cordata di alpinisti è rimasta bloccata per lo choc dopo essersi imbattuta nel corpo senza vita di un uomo durante la scalata. Squadre di operatori del soccorso alpino, durante le operazioni di recupero della salma, sono intervenute per riportare a valle gli alpinisti: si tratta di tre francesi. A causa della nebbia non è stato possibile l'evacuazione via elicottero. E' stato quindi necessario organizzare due nuove cordate, che hanno coordinato il tragitto fino ad un punto in cui un'apertura nelle nuvole ha consentito l'avvicinamento del velivolo.