17 novembre 2018
Aggiornato 17:00

Anche il nuovo Vescovo Farinella tra i 144 pastori in formazione a Roma

144 neo-vescovi da tutto il mondo hanno concluso la loro settimana di formazione al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum
I 4 vescovi piemontesi a Roma
I 4 vescovi piemontesi a Roma (Ufficio Comunicazioni Sociali Diocesi di Ivrea)

ROMA - 144 neo-vescovi da tutto il mondo, a Roma per il corso di formazione pastorale. Anche 4 piemontesi. Si chiude oggi, giovedì 13 settembre la settimana di formazione per i neo vescovi a cui partecipa anche don Roberto Farinella, del clero di Ivrea e vescovo eletto di Biella.

Quattro i vescovi piemontesi
Il corso si è tenuto a Roma presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum, ed è stato curato dalla Congregazione vaticana per i Vescovi. Vi partecipano ben 144 neo-vescovi, provenienti da tutto il mondo e tra questi anche tre vescovi di diocesi piemontesi (oltre a Mons. Farinella). Si tratta di monsignor Egidio Miragoli (Mondovì), monsignor Luigi Testore (Acqui) e monsignor Gianni Sacchi (Casale Monferrato).

I temi della formazione
I temi affrontati hanno preso ispirazione dall’Esortazione Apostolica programmatica di Papa Francesco, la «Evangelii Gaudium», per toccare tutti gli ambiti del ministero pastorale del Vescovo. Oggi, a conclusione della settimana di formazione, è previsto l’incontro col Papa che aveva già incontrato i neo vescovi delle terre di missione nei giorni scorsi. In quella occasione il Pontefice aveva illustrato le qualità dei successori degli Apostoli, definendo il Vescovo un uomo di preghiera, di comunione e di annuncio. Tra i temi toccati il rapporto con la cultura moderna e il dialogo interreligioso, la nuova evangelizzazione e la solidarietà, espressione concreta della misericordia.