17 novembre 2018
Aggiornato 15:30

Biella, alla tavola del Rinascimento col narratore Luca Scarlini

Una serata di fronte al camino seicentesco della Sala del Camino di Palazzo La Marmora per la conferenza - evento tra immagini, racconti e suoni
Luca Scarlini in scena a Palazzo La Marmora
Luca Scarlini in scena a Palazzo La Marmora (FestivaLungo)

BIELLA - Sfarzo e stravaganza, gastronomia e giochi di potere, scenografia e intrighi di corte. La tavola del Rinascimento non era soltanto un momento conviviale, ma un luogo dove si decidevano matrimoni, guerre, alleanze. Il narratore e scrittore, Luca Scarlini, farà rivivere l'atmosfera di un banchetto rinascimentale in una conferenza-evento con l'abbinamento di immagini, racconti, suoni. Appuntamento giovedì 27 settembre, alle 21, di fronte al camino seicentesco della Sala del Camino di Palazzo La Marmora.

Il narratore
Scarlini è docente di tecniche narrative alla Scuola Holden di Torino e voce di Rai Radio 3 dove conduce programmi dedicati all’arte e alla cultura. E’ un creatore di racconti per musei e ha collaborato con teatri in varie città europee, dalla Gran Bretagna all’Olanda.

Come partecipare
L’ingresso è gratuito, ma è necessario registrarsi online, seguendo le istruzioni sulla pagina Facebook del Centro Studi Generazioni e Luoghi o su quella di Palazzo La Marmora. Chi non ha dimestichezza coi social, può registrarsi mandando un’email a info@generazionieluoghi.it specificando «registrazione conferenza Scarlini» nell’oggetto. La conferenza è organizzata dal Centro Studi Generazioni e Luoghi col contributo della Fondazione CRB.

Il FestivaLungo
La serata sul banchetto rinascimentale è il contributo di Generazioni e Luoghi a quell’insieme di eventi che accompagneranno i biellesi alla mostra-evento del 2019 Il Rinascimento a Biella. Sebastiano Ferrero e i suoi figli», in calendario dal 18 aprile al 18 agosto. Generazioni e Luoghi organizzerà altri eventi già nelle prossime settimane, l’8 ottobre e il 22 novembre, con altre due conferenze. La prima sarà dedicata alla storia dell’arte con il relatore Edoardo Villata che parlerà del quadro «La Vergine delle Rocce» di Bernardino de’ Conti, mentre la seconda sarà a tema storico e incentrata sulla figura di Sebastiano Ferrero di cui, nel 2019, ricorrono i cinquecento anni dalla morte. Il relatore sarà stavolta lo storico Edoardo Rossetti. La mostra su Sebastiano Ferrero fa parte del progetto «Ri(e)voluzioni culturali» frutto dell’alleanza tra Palazzo Ferrero, Palazzo La Marmora e Palazzo Gromo Losa che, in questa occasione, dialogheranno col Museo del Territorio Biellese e con la Rete Museale Biellese. Sono partner UpB Educa, Comune di Biella, BIYoung e il Comitato Sebastiano Ferrero. Nell’ambito di questo progetto di rete e nel percorso di avvicinamento alla mostra del 2019 è previsto, a partire da quest’autunno, un calendario di eventi, organizzati da soggetti diversi, ma legati dal filo conduttore del Rinascimento nel Biellese.