17 novembre 2018
Aggiornato 15:30

Vinincontro, al via l'appuntamento con i sapori piemontesi

Appuntamento tra le rue del Ricetto di Candelo che ospiteranno circa cinquanta espositori da tutto il territorio regionale
Vinincontro, al via l'appuntamento con i sapori piemontesi
Vinincontro, al via l'appuntamento con i sapori piemontesi (Vinincontro)

CANDELO – Inaugurerà oggi, venerdì 14 settembre, alle 17.30, l'evento dedicato ai sapori del territorio e organizzato come ogni anno dalla Pro loco. «Vinincontro al Ricetto» è l’appuntamento dedicato ai vini dell’Alto Piemonte che, tra le tipiche rue del borgo medievale, ospita una cinquantina di espositori enogastronomici provenienti da tutta la regione, ai quali si affianca, ad ogni edizione, un’altra regione italiana. Quest’anno toccherà ad una rappresentanza della zona di Amatrice, ancora alle prese con la faticosa e lunga ricostruzione post-terremoto, che proporrà nei suoi stand la tipica amatriciana e le olive all’ascolana.

Si comincia con la cultura enogastronomica
Il primo evento della kermesse si svolgerà nella sala cerimonie del Ricetto, verrà presentato il libro «Il Biellese in cucina» di Mina Novello, esperta di tradizioni enogastronomiche locali. Edita dal DocBi, l’opera si compone di due volumi accomunati da un unico argomento, il cibo: «Letture da gustare» raccoglie circa 80 articoli pubblicati sulla «Rivista Biellese» nel corso di vent’anni, con prefazione dell’antropologo Piercarlo Grimaldi, già rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, che ne sottolinea il prezioso lavoro di «recupero della memoria», attraverso la riscoperta di abitudini, gesti e prodotti; «Fricandò 130 ricette svelate» è un manuale pratico di ricette quotidiane, in cui la tradizione viene reinventata per adeguarsi alle esigenze dietetiche di oggi. 

Un restauro d'eccezione
Il benvenuto ai visitatori, sarà data, proprio nella piazzetta centrale da un vecchio carro, restaurato dal candelese Mario Mosca con la collaborazione dell'amico biellese Giorgio Pivano. Recuperato nel Cossatese e utilizzato in passato per il trasporto della canapa, il mezzo, lungo più di 4 metri, è stato ripulito da questi due abili artigiani del legno, che ne hanno valorizzato i dettagli, riscolpendo le decorazioni corrose dall’usura e dal tempo. È stato scelto per simboleggiare i tanti carri che un tempo percorrevano le vie del paese, la cui tradizione si lega alla produzione agricola, del vino in particolare. 

La musica tutte le sere
Altro immancabile ingrediente di Vinincontro sarà la musica. Nella piazzetta del ristorante il Torchio venerdì 14 settembre, alle 22 suoneranno i Poohnto Fermo, band ctributo ai Pooh, mentre sabato 15 settembre dalle 21 sono attesi i The Bowman con il loro repertorio rock-blues e poi gli Italian Graffiti, per una serata all’insegna del revival e della musica italiana. Domenica 16 settembre, dalle 14.30 alle 18, l’intrattenimento tra le rue sarà affidato alla street band La Piola. Gli orari dell'evento saranno i seguenti: oggi (dalle 20 alle 2 di notte), domani (dalle 17 alle 2) e domenica (dalle 10 alle 20). Ingresso: 3,50 euro.