18 ottobre 2019
Aggiornato 17:30
Tennis

Thindown Challenger, avanza Andrea Anrnaboldi

In doppio, fuori dal torneo internazionale dei Faggi, la coppia piemontese Napolitano - Donati

BIELLA - Sono undici gli azzurri presenti nel tabellone principale del Thindown Challenger, torneo internazionale Atp Tour con montepremi di 43mila euro in corso sui campi dei Faggi di Biella. Potevano essere dodici se il ventenne novarese Giovanni Fonio, dopo aver vinto il primo set con il cileno Barrios Vera per 6-0, non avesse subito la rimonta del sudamericano, bravo a ritrovare il suo gioco, che gli ha permesso di uscire vincitore nei due successivi set per 6-2, 6-4.

Il torneo
Un posto al sole se lo sono conquistati pure i francesi Mathias Burgue (6-2, 6-3 a Chazal) e Alexandre Muller, bravo a sconfiggere Varillas per 6-4, 6-1. Infine il ceco Jan Satral ha eliminato Jose Gutierrez (6-2, 6-2 lo score), ma il brasiliano è rientrato come lucky looser grazie all’infortunio di Rudolf Molleker. A Biella è arrivato dopo aver perso domenica la finale di Banja Luka ma Carlos Berlocq non tornerà a pestare i ‘rossi’ di via Ramella Germanin. L’argentino infatti ha un problema al ginocchio destro che l’ha costretto a fermarsi, lasciando campo aperto a Juan Pablo Varillas.

La gara di Pietro Rondoni
Per un’ora Pietro Rondoni ha dato l’idea di poter superare il primo turno del tabellone principale, poi il venticinquenne vercellese è stato superato da Ricardo Ojeda Lara per 3-6, 6-2, 6-0. «All’inizio della partita, se pur sono stato fermo nell’ultimo mese per una fastidiosa pubalgia, sono riuscito ad ingranare meglio – dice la wild card del circolo subito dopo il match -. Anche nel secondo sono salito di un break, ma quando ha iniziato a commettere meno errori ho pagato caro un netto calo fisico, che speravo di non avere, Purtroppo mi sono potuto allenare poco e così la partita è cambiata fin troppo velocemente». Nell’ultimo match Enrico Dalla valle è riuscito a superare Viktor Galovic per 6-2, 4-6, 6-4.

Occhi puntati su Napolitano e Donati
Martedì sono il programma ben tredici match di singolare. Fari puntati sui due ventitreenni Stefano Napolitano (talento di casa) e Matteo Donati. Il primo giocherà alle 16 sul campo centrale contro Daniel Gimeno Traver (tds 8, a segno nell’unico precedente disputato in Turchia qualche mese fa); mentre l’alessandrino se la vedrà con il lucky looser Jose Gutierrez. Il match è previsto intorno alle 12 sul campo numero 8. La coppia piemontese ha giocato in doppio finendo sconfitta dalle teste di serie numero 3 Fabricio Neis (il migliore in campo, non per niente nel ranking di specialità è appena fuori dai top 100) e David Vega Hernandez con il punteggio di 6-3, 3-6, 10-7. Nel match tie-break i due azzurri, sotto 6-2, avevano recuperato fino al 7 pari, prima di cedere tre punti consecutivi. Il primo turno proporrà molte altre sfide interessanti, come quella del primo favorito Carballers Baena (alle 13,30) opposto a Lorenzo Giustino e dell’ex numero 5 al mondo Tommy Robredo, in campo alle 12 contro Laurynas Grigelis. Da non perdere anche i match tra Paolo Lorenzi-Mathias Borgue e Salvatore Caruso-Alexandre Muller.