13 dicembre 2018
Aggiornato 02:30

Ritrovato il corpo senza vita di Matteo Caccia

Il cadavere del bustocco che era sparito dal 20 agosto è stato individuato lungo un torrente in località Tavigliano
Matteo Caccia
Matteo Caccia (ANSA)

TAVIGLIANO - Ieri, 19 Settembre, due ragazzi, uno di Pralungo e uno di Quaregna, si sono avventurati nei boschi di Tavigliano in cerca di funghi quando ad un certo punto, colpiti dal forte odore, si sono diretti verso il greto del Torrente Rio Canaggio e hanno trovato il corpo in avanzato stato di decomposizione di un uomo. Scioccati, hanno immediatamente chiamato il 112 e nella serata è arrivata la triste conferma che si tratta di Matteo Caccia, di Busto Arsizio, scomparso dal 20 Agosto e su cui si erano concentrate le ricerche nella zona di Bielmonte per giorni, dopo aver ritrovato la sua auto al Bocchetto Sessera.

IPOTESI MORTE NATURALE - La salma è a disposizione dell'Autorità giudiziaria che potrebbe decidere di far eseguire l'autopsia sul corpo per determinare le cause esatte del decesso, che comunque dai primi esami, sembra essere per morte naturale.