23 ottobre 2018
Aggiornato 10:00

Tartufo d'Alba, da ieri raccolta al via

Le condizioni climatiche dell'estate fanno sperare - sottolinea la Coldiretti - in una raccolta da record per il Tuber magnatum Pico
Tartufo d'Alba
Tartufo d'Alba (ANSA)

TORINO - Dopo la fine del periodo di fermo biologico parte oggi la raccolta del Tartufo bianco d'Alba che si preannuncia eccellente - secondo le previsioni Coldiretti - dopo una estate di piogge abbondanti. Le condizioni climatiche dell'estate fanno infatti sperare in una raccolta da record per il Tuber magnatum Pico che si sviluppa in terreni freschi e umidi sia nelle fasi di germinazione che in quella di maturazione.

QUOTAZIONI ABBORDABILI - Archiviata la disastrosa scorsa annata segnata dalla siccità, le stime positive poggiano sulla abbondante neve invernale e su una estate molto umida. «Tutto ciò - continua la Coldiretti - dovrebbe consentire quotazioni più abbordabili rispetto al 2017, anno in cui al borsino del tartufo di Alba è stato raggiunto il massimo storico di 6000 euro al chilo per pezzature medie attorno ai 20 grammi».