25 maggio 2019
Aggiornato 09:30
Moda

Milano Fashion Week 2018: le stranezze del brand GCDS

Provocazioni alla Milano Fashion Week 2018 da parte del brand italiano GCDS, dalle donne con tre seni ai look dei Pokémon.

MILANO - La moda non smette di sorprendere, incuriosire e far parlare di sé con le sue bizzarie e la sua voglia di lanciare messaggi forti, attuali, sarcastici, stravaganti, fuori da ogni regola sociale e di costume. La Milano Fashion Week 2018 si è conclusa tra sfilate, tendenze, star, icone di moda e particolarità. Una delle sfilate più particolari della Milano Fashion Week 2018 è stata sicuramente quella del brand GCDS (God Can’t Destroy Streetwear).

IL BRAND GCDS - GCDS è un brand italiano caratterizzato da una produzione «Made in Italy» che coniuga valori di precisione, qualità e artigianato a quelli di un’estetica nuova,  social oriented con una grande attenzione alla  comunicazione e alla presentazione del prodotto. Un brand sporty che con le sue linee controccorente ha saputo ritagliarsi uno spazio nel panorama del luxury streetwear.

LA STRAVAGANZA - Ed è proprio lui il vincitore della «sfilata piu’ stravagante» di questa Milano Fashion Week con la sfilata di modelle-mutanti, donne futuristiche vestite di plastica trasparente, caratterizzate da una grande particolarità: 3 seni. Una fortissima provocazione culturale, un messaggio alle giovani generazioni, che vuole far riflettere sulla società attuale, sulla carenza d’acqua, sull’impatto ambientale della plastica, uno scenario di un futuro prossimo dettato da cattive abitudini che portano a degenerazioni non solo ambientali ma anche delle persone stesse. La stravagante collezione Primavera/Estate 2019 è un omaggio al film Paul Verhoeven, datato 1990 interpretato da Arnold Schwarzenegger. Nel suo viaggio su Marte il protagonista si imbatte in Mary, una prostituta mutante con 3 seni. Un film dove realtà e illusione si confondono a tal punto da non capire più cosa sia vero e cosa no. Un tema forte che ricorre oggi anche nella società attuale dove forse bisognerebbe concentrarsi di più sui reali bisogni e valori umani. Oltre alla collezione futuristica,il brand dei fratelli Calza ha proposto una collezione ispirata ai Pokemon. Maglioni, cardigan, stivali tema Pikachu, trucco e pettinature a tema, con orecchie finte tutto ovviamente mood «creature gialle». Che dire? «La moda riflette sempre i tempi in cui vive, anche se, quando i tempi sono banali, preferiamo dimenticarlo». Coco Chanel