11 dicembre 2018
Aggiornato 12:00

Airbnb: in Italia gli over 60 guidano la crescita

I ricavi degli host valgono 2 miliardi di dollari l’anno. In Italia gli host senior crescono del +26% rispetto all’anno scorso
I Senior su Airbnb
I Senior su Airbnb (Shutterstock.com)

Ivana abita a Torino ed è host su Airbnb dalla scorsa primavera. In pochi mesi, ha già raccolto numerose recensioni, 100% positive. E stabilito un record: a 88 anni (è del 1930), è l’Host più anziana d’Italia. Quello di Ivana non è però un caso isolato: quello dei Senior over 60 è infatti il segmento di maggior crescita in piattaforma. E anche quello che riscontra maggior successo in termini di qualità: l’85% delle recensioni lasciate dagli ospiti agli host senior è infatti a «cinque stelle». A confermarlo i dati diffusi da Airbnb oggi in occasione della Giornata Internazionale degli Anziani.

I Senior su Airbnb
Anche Spesso si è portati a pensare che Airbnb sia una piattaforma usata soprattutto dai Millennials. E invece, tra i fruitori della piattaforma c’è un gruppo che sta emergendo prepotentemente, in Italia come nel resto d’Europa e del mondo: sono i «Senior» - host o guest - ovvero persone tra i 60 e i 90 anni, che affittano le loro case o viaggiano con Airbnb.

Oggi sono oltre 400.000 gli host 'senior' su Airbnb in tutto il mondo e il numero di over 60 che hanno viaggiato scegliendo la piattaforma è cresciuto del 66% nell'ultimo anno. Nel 2017, i senior hanno accolto 13,5 milioni di ospiti da oltre 150 paesi, con ricavi per 2 miliardi di dollari. Questo a dimostrazione di come che Airbnb stia contribuendo a ridefinire lo stile di vita durante la cosiddetta «terza età», fornendo nuovi modi per integrare il  reddito (per il 57% la pensione) , superare la solitudine e l'isolamento, o semplicemente per viaggiare nel mondo in modo da facendo vivere i luoghi in un modo veramente locale e autentico.

Gli host italiani
Essere host in Italia non è una prerogativa delle giovani generazioni. Secondo i dati di Airbnb aggiornati all’1 settembre 2018, in Italia si contano 36.000 host over 60, con una crescita del 26% rispetto all’anno precedente, che ne fa il segmento demografico di maggior crescita nel paese. Quota che ci rende il secondo paese europeo per numero, dietro solo alla Francia (che ne conta oltre 79.000), ma ben oltre Regno Unito (22.500), Spagna (19.000) e Germania (11.000). Nel nostro paese, i «Senior Host» rappresentano il gruppo con la crescita maggiore (+26% rispetto al primo settembre 2017) e molto spesso la loro offerta è qualitativamente alta: più dell’80%, infatti, ha recensioni a 5 stelle, il che fa di loro il gruppo con la percentuale più alta di feedback positivi.

Nel 2017, i Senior host italiani hanno ospitato complessivamente 800.000 viaggiatori, condividendo la loro casa (o una stanza) per 29 notti l’anno. I senior host italiani sono attivi anche nel campo delle Esperienze, soprattutto in alcune categorie: quasi il 12% delle proposte nella categoria «Natura» sono offerte da over 60; percentuale che scende intorno al 10 nella categoria «Storia» e si attesta intorno all’8 nella categoria «Arte».