18 novembre 2018
Aggiornato 16:00

Provincia di Biella, dimissioni di massa. Ora «election day»

Si dimette la maggioranza dei consiglieri ed il Consiglio viene sciolto. Nuove Elezioni anche per il Consiglio Provinciale
Seggio elettorale - Immagine di repertorio
Seggio elettorale - Immagine di repertorio (ANSA)

BIELLA - «Oggi tutti noi consiglieri di maggioranza – così il capogruppo di maggioranza Paolo Rizzo a nome di tutti i dimissionari – abbiamo presentato le dimissioni dal consiglio provinciale, sentendo un grosso senso di responsabilità nei confronti del territorio. Le motivazioni, che non sono di natura partitica, risiedono nel voler far sì che anche a Biella si rispettino gli obiettivi del c.d. Decreto Milleproroghe, che prevede un election day che si pone quali obiettivi la semplificazione e l’unificazione delle procedure per il rinnovo degli organi e del contenimento dei costi. Per noi è stato indubbiamente un sacrificio dimetterci prima della scadenza naturale ma crediamo fermamente che la Provincia di Biella debba poter contare su nuovi organi di governo che possano vantare la pienezza del mandato. Non avrebbe alcun senso che un nuovo presidente debba trovarsi a confrontarsi con un consiglio in scadenza.»

RAMELLA PRALUNGO - «Quello che hanno fatto i consiglieri di maggioranza – ha dichiarato Ramella Pralungo – è stato un gesto che testimonia con quale senso di responsabilità abbiano affrontato il loro mandato qui in Provincia. E lo hanno fatto fino all’ultimo giorno e fino al punto di dimettersi per consentire una efficiente gestione del procedimento elettorale e per consentire la massima legittimazione dei nuovi organi. Non posso che concludere rinnovando, questa volta pubblicamente, la mia più ampia stima verso i consiglieri uscenti ed il mio più grande ringraziamento per la dimostrazione di senso di responsabilità e, ovviamente, per tutto quello che hanno fatto in questi anni, in cui hanno contribuito attivamente e concretamente a risollevare le sorti di questo Ente e del territorio.»

ELECTION DAY - Le dimissioni dei consiglieri di maggioranza, dunque, hanno sciolto il consiglio provinciale, ed il Presidente Ramella Pralungo procede nell’immediatezza a convocare i comizi elettorali per le elezioni dell’organo consiliare. Le dimissioni hanno, di fatto, seguito la ratio del Decreto Milleproroghe che sancisce un election day, dal quale la Provincia di Biella sarebbe stata esclusa. A questo proposito, infatti, l’UPI aveva proposto un emendamento che prevedeva che l’election day si svolgesse a gennaio, così da permettere a tutte le province d’Italia di organizzarsi, ma senza raccogliere un risultato positivo. Le dimissioni di oggi consentono dunque di votare congiuntamente sia il nuovo presidente che il nuovo consiglio, ed anche per il futuro la coincidenza di scadenza sarà favorevole ad una gestione efficiente.

LISTA UNITARIA - «Ora – ha concluso Ramella Pralungo – dopo questo significativo gesto di responsabilità dei consiglieri, non posso che augurarmi che i partiti avviino in maniera concreta ed intelligente, una discussione seria che possa portare alla presentazione di una lista unitaria per il consiglio provinciale, che abbia come unico obiettivo comune il bene del territorio