21 ottobre 2018
Aggiornato 09:30

«terra VICINA»: racconti di gusto con i produttori

Ad ottobre, il secondo appuntamento del progetto creato dal ristorante Casa Vicina, in collaborazione con la Piazza dei Produttori a Eataly Lingotto
Buleta Casa Vicina
Buleta Casa Vicina (Progetto terra VICINA)

Dopo il primo appuntamento di maggio dedicato al Saras del Fen, la tipica ricotta piemontese Presìdio Slow Food, il ristorante Casa Vicina e la Piazza dei Produttori a Eataly Lingotto, proseguono il viaggio alla scoperta e valorizzazione delle realtà agricole e produttive sul territorio impegnate nella produzione/coltivazione di prodotti tipici piemontesi e che si contraddistinguono per la tradizione familiare e la metodologia di lavoro.
Ad ottobre saranno protagoniste dell’iniziativa alcune eccellenze del Canavese mentre a novembre l’appuntamento verrà dedicato alle antiche varietà di mele piemontesi Presidio Slow Food.

Per una settimana la Piazza dei Produttori ospiterà le realtà selezionate e il martedì sera il ristorante stellato Casa Vicina proporrà, in compagnia dei produttori stessi, un menù ad hoc partendo dalla materia prima. Dal mercoledì alla domenica uno dei piatti verrà inserito in menù così da dare agli ospiti del ristorante e dello spazio «L’informale» (situato all’interno del wine bar Pane & Vino di Eataly Lingotto) la possibilità di degustare e conoscere meglio queste eccellenze del territorio.

La settimana dall’8 al 14 ottobre è dedicata al Canavese e ad alcune sue eccellenze: il Presidio Slow Food della Piattella Canavesana di Cortereggio, le tome della Valchiusella, gli Antichi Mais Piemontesi e due specialità della zona del Parco del Gran Paradiso, il Genepì della Valle Soana e la Buleta di Ribordone.

Martedì 9 ottobre al ristorante Casa Vicina, lo chef Claudio Vicina proporrà una cena sul tema volta ad esaltare le qualità dei prodotti selezionati. Tra i piatti che si potranno degustare, un omaggio alla città di Ribordone: «la Buleta soffiata con ragù di vitello al coltello», rivisitazione di uno dei piatti tipici dell’alto canavesano preparato utilizzando la farina degli Antichi Mais Piemontesi e le tipiche tome d’alpeggio della Valchiusella.

Da mercoledì 10 alla domenica 14 ottobre, la «Buleta soffiata con ragù di vitello al coltello» sarà inserita in menù presso «L’informale», mentre il «filetto di maiale al lardo di Arnad e Piattella Canavesana di Cortereggio in doppia cottura» si potrà degustare nel ristorante Casa Vicina.

«Per questo secondo appuntamento parleremo delle eccellenze del Canavese, al quale siamo fortemente legati. La nostra famiglia ha origini canavesane ed è proprio in quei luoghi, tra Ivrea e Borgofranco D’Ivrea, che i miei bisnonni hanno mosso i primi passi nel settore della ristorazione nel lontano 1902» commenta Claudio Vicina Chef stellato dell’omonimo ristorante.

IL MENU:
Bagna caoda da bere
Cipolla ripiena alla canavesana
La Buleta soffiata con ragù di vitello al coltello al vino rosso
Filetto di maiale al lardo di Arnad e Piattella Canavesana di Cortereggio in doppia cottura​​​​​​​
Canavesano al cucchiaio al Genepì della Valle Soana
In abbinamento:
Vini del Consorzio per la tutela e la valorizzazione dei vini DOCG di Caluso, Doc di Carema e Canavese
Prezzo a persona (bevande incluse): 60,00 euro

Info e prenotazioni:

casavicina@gmail.com
tel: 011 19506840
www.eataly.net