21 ottobre 2018
Aggiornato 09:30

Tartufo, via alla Fiera d'Alba

88/esima edizione segna anche l'inizio dell'annata commerciale. La raccolta, iniziata lo scorso 21 settembre, proseguirà fino al 31 gennaio
Esposizione di tartufi alla Fiera d'Alba
Esposizione di tartufi alla Fiera d'Alba (ANSA)

ALBA - E' dedicata alla Luna, che sempre viene «consultata» dai cercatori, l'88/a edizione della Fiera internazionale del Tartufo Bianco d'Alba che per 8 weekend, dal 6 ottobre al 25 novembre, richiamerà centinaia di migliaia di turisti e appassionati ad Alba. Le premesse della stagione, cominciata il 21 settembre, sono ottime grazie all'abbondante pioggia caduta nell'ultimo anno nell'area di Langhe e Roero, 700 millimetri con picchi di 900.

PIOGGIA TOCCASANA - «Sarà un'annata molto buona - assicura Mauro Carbone, direttore del Centro nazionale Studi sul tartufo, in occasione dell'inaugurazione della Fiera - La pioggia rappresenta un toccasana per l'ambiente del tartufo, che beneficia anche dell'impegno profuso negli ultimi anni per la tutel adell'ambiente tartufigeno».

STAGIONE COMMERCIALE - La Fiera del Tartufo Bianco d'Alba segna anche l'inizio della stagione commerciale del tartufo, con l'apertura del mercato mondiale nel cortile della Maddalena di Alba. La raccolta, iniziata lo scorso 21 settembre, proseguirà fino al 31 gennaio.