17 novembre 2018
Aggiornato 08:30

Datore di lavoro ricatta dipendenti: «Mi tengo 100 euro dalla busta paga»

E' l'estorsione scoperta dalla Guardia di Finanza, che ha denunciato il direttore di una società di servizi alberghieri con oltre mille dipendenti e sedi in tutta Italia
Auto della Guardia di Finanza
Auto della Guardia di Finanza (ANSA)

TORINO - »...Trattengo 100 euro dalla busta paga oppure ti licenzio...». E' l'estorsione scoperta dalla Guardia di Finanza, che ha denunciato il direttore di una società di servizi alberghieri con oltre mille dipendenti e sedi in tutta Italia, dall'Alta Valle di Susa al Trentino, dalla Sardegna alla Toscana.

La società, secondo quanto appurato dalle Fiamme Gialle di Bardonecchia, nota località sciistica del Torinese, oltre a non versare le ritenute previdenziali, ha ignorato le più basilari norme a tutela del lavoratore, dalla mancata concessione di adeguati turni di riposo al personale, sino all'assenza di qualsivoglia comunicazione circa l'instaurazione del rapporto di lavoro o la cessazione di quest'ultimo.

Accertata anche una evasione di 400 mila euro, indebite compensazioni per oltre 120.000 euro e una evasione di quasi 10mila euro della tassa di soggiorno. Tra i reati contestati all'imprenditore denunciato c'è anche il peculato.