23 ottobre 2018
Aggiornato 20:30

Rinasce la Rocca di Arignano, il castello con fantasma alle porte di Torino

Ci saranno una locanda con ristorante e scuola di cucina. I nuovi proprietari: «Per ora nessuna presenza esoterica è stata avvertita»
La Rocca di Arignano
La Rocca di Arignano (ANSA)

TORINO - Rinasce la Rocca di Arignano, alle porte di Torino. Sono iniziati i lavori che ridaranno vita all'edificio la cui struttura originaria risale al X secolo. E'stata una coppia torinese a innamorarsi del castello, messo in vendita due anni fa. Il progetto prevede una scuola di cucina e una locanda, con la riscoperta di usanze e ricette antiche.

«La Rocca è un luogo meraviglioso, non solo per la storia custodita all'interno delle mura, ma per la collocazione alle porte del Monferrato», spiegano Luca Veronelli ed Elsa Panini, ideatori del progetto. Il maniero è famoso per la presunta presenza di un fantasma, ma «per ora - assicurano i proprietari - nessuna presenza esoterica è stata avvertita. Un aspetto che arricchisce il fascino di un luogo unico in Piemonte».

I lavori di recupero, con l'assistenza della Sovrintendenza ai beni storici del Piemonte, in quanto sulla Rocca esiste un vincolo di patrimonio architettonico, dureranno circa un anno con un investimento di 2,5 milioni.