16 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Edilnol Biella Rugby, prima storica vittoria in serie A

Un esordio storico almeno quanto l’epilogo: la prima vittoria della stagione ottenuta con il punteggio di 24-17, contro Accademia I. Francescato
Edilnol Biella Rugby, prima storica vittoria in serie A
Edilnol Biella Rugby, prima storica vittoria in serie A (Stefano Destro)

BIELLA - Una giornata di sole e tanta gente assiepata a bordo campo nonostante i lavori per la nuova tribuna, hanno fatto da cornice all’esordio nel campionato di Serie A di Edilnol Biella Rugby. Un esordio storico almeno quanto l’epilogo: la prima vittoria della stagione ottenuta con il punteggio di 24-17, contro Accademia I. Francescato, vivaio della Nazionale Under 20 e dei campioni degli anni a venire.

Un inizio strepitoso per i padroni di casa, in campo con una formazione prevalentemente ‘made in Biella’, che hanno sfruttato ogni occasione nel primo tempo per costruire gioco utile fino al conseguimento delle tre mete che hanno permesso ai gialloverdi di andare all’intervallo carichi di un parziale di 21-0.
Più confusa la ripresa, durante la quale Edilnol Brc ha accusato un’eccessiva stanchezza che ha determinato qualche errore di troppo. Buona la resa degli avversari, che con utili cambi, sono riusciti a rientrare in partita e a segnare lo stesso numero di mete realizzate da Biella. Ha inciso di gran lunga sul risultato finale, l’imprecisione del piede di Zaridze.

Calcio d’inizio affidato a Garbisi di Accademia
L’ovale entra nei ventidue gialloverdi, ma Carl Perry respinge al piede. Recuperano gli avversari e si portano a ridosso dei pali, ma un fallo consegna a Biella una mischia da giocare. La palla esce e sempre Perry, al piede, riporta il gioco dall’altra metà del campo. Biella, lentamente avanza con un gioco aperto per passare successivamente, al gioco a terra in prossimità della linea di meta. All’8 Perry può andare ai pali per un fallo avversario, ma sbaglia. Edilnol Brc non indietreggia. Innumerevole le fasi fino all’apertura di Perry su lancione in rincorsa che si conclude con la prima meta dell’aostano al 10’. Perry trasforma. Biella continua ad attaccare, buona la difesa dei giovani di Remedello. Al 18’, l’arbitro fischia un fallo in favore dei padroni di casa, Perry ha la possibilità di andare per i pali, ma sceglie il bersaglio grosso e calcia in touche. Bagarre ed ennesimo multifase che si conclude al 20’ con la meta di Della Ratta poi trasformata da Perry, ed il giallo per il suo placcatore Zecchini. In superiorità numerica, Biella ha l’ultima grande occasione al 28’: con la squadra in avanzamento, Perry trova preciso una touche ai cinque metri. Il tallonatore dell’Accademia lancia all’ultimo giocatore che si lascia scivolare l’ovale all’indietro, particolare che non fugge a Panaro che segna la terza meta poi trasformata da Perry.

Nella ripresa, la fatica pesa sui gialloverdi che nonostante i cambi, non riesce a mantenere il ritmo, sempre altissimo, degli avversari. Dominio blu negli ultimi 40’ di gioco, ma bravi anche i biellesi a contenere gli assalti ripetuti. L’Accademia segna al 48’, 57’ e 69’, autori: Petrozzi, Zaridze e Peruzzi. Solo la prima è trasformata.
21-17 e dieci minuti ancora da giocare. Al 75’ Perry calcia tra i pali una punizione e guadagna tre utili punti che bloccano agli avversari ogni possibilità di vittoria, anche in caso segnassero una meta trasformata. Accademia chiude in attacco, ma senza segnare.

Aldo Birchall head coach Edilnol Biella Rugby: «Due tempi diversi. Sicuramente non abbiamo iniziato bene la ripresa e Accademia è stata brava a rientrare in partita. Ci siamo complicati la vita e avuto una discreta fortuna, perché è giusto dire che l’Accademia ha avuto diverse opportunità per segnare, però allo stesso tempo, abbiamo dato tutta la nostra anima per mantenere il risultato e raggiungere la prima vittoria. Teniamo conto che oggi abbiamo giocato contro una delle squadre più allenate del campionato, e molti di questi ragazzi andranno a giocare o già lo hanno fatto, con la Nazionale Under 20. Sono molto veloci e reattivi, per noi è stata la prima partita in Serie A. Man of the match a mio giudizio, Dave Coda Zabetta che oggi è stato autore di una performance maiuscola sia in fase offensiva che in fase difensiva».

Vittorio Musso presidente Edilnol Biella Rugby: «Non credo potessimo aspettarci di meglio. Già l’emozione era tanta prima della partita, poi nel primo tempo ci siamo contenuti perché pensavamo già di essere andati molto avanti e nel secondo tempo, siamo ritornati con i piedi sulla terra, però non abbiamo mollato. È una gioia infinita aver esordito in Serie A sul campo di casa opposti all’Accademia e vincere. In questa partita si è potuto apprezzare il grande lavoro di preparazione fatto da Fraser Murray, abbiamo giocato con ragazzi che si allenano due volte al giorno per cinque volte alla settimana. La strada è quella giusta».