17 novembre 2018
Aggiornato 07:50

«Bagna cauda day» 2018, 15mila posti a tavola

Dal 23 al 25 novembre l'evento in 150 locali, la maggioranza in Piemonte. Novità di quest'anno, il «finale in gloria»
«Bagna cauda day» 2018
«Bagna cauda day» 2018 (ANSA)

TORINO - Quindicimila posti a tavola, in 150 locali, la maggioranza in Piemonte ma anche in ristoranti di metropoli all'estero, come New York e Berlino, in Argentina, Costa Rica e a Tonga, nell'Oceano Pacifico. Sono i numeri del «Bagna cauda day», in realtà 3 giorni, dal 23 al 25 novembre, organizzato dall'associazione culturale Astigiani, per celebrare uno dei più noti piatti della tradizione piemontese, la salsa calda di aglio, olio e acciughe nella quale si intingono le verdure di stagione.

«FINALE IN GLORIA» - Ogni pasto costa 25 euro, 10 le bottiglie di vino doc e docg, fornite direttamente dai produttori. Novità di quest'anno, il «finale in gloria», la cottura di un uovo direttamente nel «fujot», il recipiente per la bagna cauda, e «spolverato» da una grattata di tartufo bianco d'Alba. Sarà assegnato il premio Testa d'aj (aglio in piemontese) a chi avrà dimostrato nella vita di sapere andare controcorrente. Le prime edizioni sono state vinte dal filosofo Guido Ceronetti e dall'autore televisivo Antonio Ricci.