16 novembre 2018
Aggiornato 02:00

Morte di parto: assolti ostetrica e ginecologo di Angela Nesta

La donna perì insieme alla bimba che stava per far nascere. Gli imputati erano accusati di aver falsificato la cartella clinica della donna
Nessun colpevole per Angela Nesta e la figlia morte al Sant'Anna di Torino durante il parto
Nessun colpevole per Angela Nesta e la figlia morte al Sant'Anna di Torino durante il parto (ANSA)

TORINO - Sono stati assolti, in Tribunale a Torino, l'ostetrica e il ginecologo dell'ospedale Sant'Anna coinvolti nel processo per la morte di Angela Nesta, la donna che il 27 dicembre 2015 perì insieme alla bimba che stava per far nascere. Erano accusati di aver falsificato la cartella clinica della donna.

«OMBRE NELLA VICENDA» - «L'assoluzione non cancella le ombre della vicenda - commenta l'avvocato di parte civile Giulio Calosso - I medici non si sono accorti che la madre era in travaglio da ore e confusero il battito della madre con quello della figlia. I parenti - aggiunge Calosso - hanno sempre lamentato l'indifferenza nella gestione umana della vicenda».

LE CAUSE DEL DECESSO - La Procura di Torino aveva aperto un procedimento per omicidio colposo, che era stato archiviato per «mancanza del nesso causale» tra la morte e l'assistenza medica. Stando a quanto accertato, Angela Nesta, casalinga, era morta per una massiva embolia amniotica polmonare, insorta durante il travaglio, che ha comportato un'insufficienza cardiocircolatoria acuta.