15 novembre 2018
Aggiornato 02:30

Cadavere in un vagone della stazione Porta Nuova

Morto da alcuni giorni per overdose: giallo nel deposito treni «Parco Savigliano», dopo la segnalazione di un altro senzatetto
Cadavere in un vagone della stazione Porta Nuova
Cadavere in un vagone della stazione Porta Nuova (ANSA)

TORINO - Ogni giorno leggiamo sempre più di storie umane di degrado e povertà. Il clima freddo che è arrivato in questi ultimi giorni, sicuramente aggrava la situazione dei senza dimora che trovano rifugio anche all'interno di vagoni fermi nei depositi ferroviari. Nella giornata di sabato 3 Novembre, gli agenti della Polfer, facendo un'ispezione nel deposito treni «Parco Svigliano», dopo la segnalazione di un altro senzatetto, hanno trovato il cadavere di un uomo di origini africane, fra i 30 e i 40 anni di età, su un sedile,  con accanto le sue poche cose e un pò di cibo consumato prima della sua morte. Sul posto gli uomini della Scientifica e il medico legale che hanno ordinato l'autopsia per stabilire le cause del decesso. La carrozza in questione è stata posta sotto sequestro.