15 novembre 2018
Aggiornato 02:30

Il Politecnico di Torino punta ai 40.000 studenti

Lo ha detto il rettore, Guido Saracco, in occasione del sessantesimo anniversario dell'inaugurazione della sede di corso Duca degli Abruzzi
Sessantesimo anniversario dell'inaugurazione della sede di corso Duca degli Abruzzi
Sessantesimo anniversario dell'inaugurazione della sede di corso Duca degli Abruzzi (ANSA)

TORINO - Il Politecnico di Torino vuole diventare «uno dei pistoni della città» e punta a raggiungere nei prossimi 6 anni i 40.000 studenti dai 34.000 attuali. Lo ha detto il rettore, Guido Saracco, in occasione del sessantesimo anniversario dell'inaugurazione della sede di corso Duca degli Abruzzi, avvenuta il 5 novembre 1958 alla presenza del presidente della Repubblica Giovanni Gronchi. Alla cerimonia sono intervenuti il presidente della Regione Sergio Chiamparino, la sindaca Chiara Appendino e l'ex rettore Rodolfo Zich.

INVESTIMENTI - Nella sede è stata allestita una mostra con disegni e fotografie che collegano i primi progetti di trasformazione dell'area ai grandi piani di sviluppo dei prossimi 10 anni con investimenti tra i 200 e i 250 milioni. Gli interventi riguardano anche l'altra sede storica del Castello del Valentino, con il recupero del V Padiglione a Torino Esposizioni. In corso Duca degli Abruzzi sono previsti progetti per la didattica innovativa e la ricerca, e la nascita di un centro culturale/biblioteca.