13 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Dopo l'estate di San Martino, dovrebbe arrivare il freddo

Le previsioni meteo prospettano un ribaltone del tempo, con il ritorno delle nuvole a aria più fredda, quota neve a 1.200 metri
Dopo l'estate di San Martino, dovrebbe arrivare il freddo
Dopo l'estate di San Martino, dovrebbe arrivare il freddo (Giacomo Peraldo)

BIELLA - Dai quasi 20 gradi di oggi alle prime gelate notturne all'inizio della prossima settimana. Le previsioni meteo prospettano un ribaltone del tempo che, dopo altri due giorni all'insegna dell'«estate di San Martino», con temperature miti sulle Alpi e nebbie e foschie in pianura comincerà a prendere forma da venerdì, con il ritorno delle nuvole a aria più fredda, quota neve a 1.200 metri.

RISCHI GELATE - L'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), che oggi ha registrato una massima di 18.8 gradi a Front (Torino), 17.1 nel centro di Torino, prevede, per venerdì, «precipitazioni deboli sparse su fascia pedemontana alpina e prime pianure adiacenti». Smi (Società Meteorologica Italiana) indica i rischi delle prime gelate nell'ultima decade di novembre, con temperature inferiori alla media del periodo.