16 febbraio 2019
Aggiornato 16:00
Sicurezza

Rapinavano tabaccherie, in manette cinque italiani

Comunicavano tra loro in gergo calcistico i malviventi arrestati dai carabinieri di Leini
Rapinavano tabaccherie, in manette cinque italiani
Rapinavano tabaccherie, in manette cinque italiani ANSA

TORINO - Il gruppo criminale era la «squadra di calcio», le rapine erano le «partite». Comunicavano tra loro in gergo calcistico i malviventi arrestati dai carabinieri di Leini. In manette sono finiti cinque italiani, tra cui una donna, tra i 24 e i 38 anni. Sono accusati di tre rapine ai danni di tabaccherie di Lombardore, Oglianico e San Benigno, nel Torinese, tra marzo e aprile 2018. La donna, autista del gruppo,è ai domiciliari.

LE INDAGINI - Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Ivrea, hanno preso il via il 4 marzo, quando la banda, indosso tute da operaio e volto coperto, tentò un colpo a una tabaccheria di Lombardore: presero in ostaggio la figlia del titolare, ma vennero messi in fuga dal gestore dell'attività. I militari hanno analizzato i video delle telecamere di sorveglianza e sono risaliti all'auto, rubata e con targa modificata. Secondo gli investigatori, la banda stava preparando un colpo in un centro scommesse di Torino e nella villa di coppia di anziani torinesi benestanti.