17 luglio 2019
Aggiornato 23:00
Cronaca

Stranieri in stazione con bombola del gas: a Santhià intervengono Carabinieri e Vigili del Fuoco

Probabilmente i due volevano portarla sul treno diretto a Torino: l’intervento dei carabinieri ha vanificato tutto. Tra ritardi, vigili del fuoco e bombole del gas, a Santhià una serata surreale

SANTHIÀ - Un episodio abbastanza surreale si è verificato ieri alla stazione dei treni di Santhià: intorno alle 17:30, i carabinieri e i vigili del fuoco sono intervenuti a causa di una bombola del gas di grosse dimensioni trasportata da due stranieri di origine africana. Un «bagaglio» decisamente particolare, trasportato su un carrellino coperto da un telo, che ha allarmato e non poco il personale in servizio nella stazione e i passeggeri.

La bombola rimossa - I carabinieri hanno chiamato i vigili del fuoco che hanno allontanato le persone presenti sui binari e rimosso la bombola in assoluta sicurezza. Non è chiaro cosa volessero fare gli stranieri che la stavano trasportando ma è molto probabile che i due, un uomo e una donna, fossero diretti a Torino e volessero caricarla sul treno. Un treno che è arrivato in ritardo e ha permesso ai carabinieri di notare la strana presenza sulla banchina.

Treni in ritardo - La giornata di ieri infatti è stata contraddistinta dagli ormai «consueti» ritardi sulla Milano-Torino: il treno regionale veloce delle 17:24 è arrivato a Santhià con 60 minuti di ritardo, provocando non poche irritazioni tra i passeggeri presenti in stazione che nell’attesa del treno hanno comunque assistito a momenti particolarmente concitati e decisamente anomali, come l’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco. Intorno alle 18:30 il treno è arrivato in stazione, la bombola del gas è stata rimossa e la situazione è tornata alla normalità.