11 dicembre 2019
Aggiornato 19:30
Vercelli

Vercelli, ladro scippa anziana e viene fermato: «Sono ludopatico, devo giocare alle slot»

E’ successo nei pressi dello stadio comunale: il ladro è un cittadino marocchino. Una volta fermato ha provato a giustificarsi affermando di essere ludopatico

VERCELLI - Nel pomeriggio di domenica scorsa, giungeva alla sala operativa della Questura di Vercelli una telefonata che segnalava un furto con strappo  ai danni di una signora  a cui era stata sottratta la borsetta. Le persone, che avevano assistito al fatto, riuscivano a mantenere il controllo visivo del giovane ladro e ad inseguirlo nelle vie limitrofe allo stadio comunale. 

L’arresto e la giustificazione

Giunto immediatamente sul posto, il personale della  locale Digos impegnato in un servizio di ordine pubblico, unitamente alla pattuglia della Squadra Volante, traeva in arresto il ladro, prestando inoltre assistenza alla malcapitata. Lo scippatore, un cittadino egiziano regolarmente soggiornante nel territorio e privo di pregiudizi penali e di polizia, veniva sottoposto a perquisizione personale e, spontaneamente, consegnava il denaro sottratto dal portafoglio contenuto nella borsetta, confessando di aver compiuto tale gesto poiché affetto da ludopatia e bisognoso di denaro per continuare a giocare alle slot machines. Nel frattempo, i poliziotti riuscivano abilmente ad individuare, nella zona limitrofa all’accaduto, sia la borsetta, che il portafoglio, che venivano restituiti alla donna derubata, unitamente al denaro contante. In attesa dell’udienza di convalida, l’uomo veniva sottoposto agli arresti domiciliari. Nel pomeriggio di ieri, il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, disponeva per l’autore del reato la misura dell’obbligo di firma.