11 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Ponderano

«Ospedale di Ponderano orgoglio Biellese, stima e fiducia in medici e infermieri»: la lettera di Elena Chiorino

Il sindaco di Ponderano ha scritto una lettera rivolta ai cittadini Biellesi e a tutto il personale dell’ospedale a seguito dell’attività della magistratura

PONDERANO - Gentile Direttore, queste mie righe sono rivolte ai cittadini biellesi e a tutto il personale dell’ospedale di Biella. Evidenzio che, anche la sottoscritta, come tutti, auspica che l’attività della Magistratura faccia il suo corso, restituendoci, quanto prima, un responso che faccia luce su chi, eventualmente, non abbia agito secondo i crismi della legalità e della professionalità all’interno del nosocomio biellese. Tanto è dovuta questa premessa, quanto ritengo lo siano le considerazioni che esprimo nei confronti di chi, invece, ha sempre esercitato la professione con esemplare dedizione.

Per il mio ruolo di sindaco «dell’ospedale» ho avuto modo, in questi anni, di conoscere medici, infermieri, tecnici e amministrativi che hanno sempre dimostrato, spesso in contesti tutt’altro che semplici, indiscutibile professionalità e  visioni di ampio respiro. Persone che vivono il loro mestiere come una missione. Persone che hanno affrontato, con ruoli delicatissimi, la complessa gestione del trasloco di un ospedale. Le stesse persone che hanno contribuito, ogni giorno, con professionalità e tenacia, all’organizzazione di un ospedale nuovo e che, ancora fresco di inaugurazione, già subiva la scure della Regione Piemonte, con evidenti riflessi su tutto il personale di ASLBI che si sentiva, comprensibilmente, svilito. Professionisti che in più occasioni si sono dimostrati all’altezza di situazioni non facilmente governabili. Uomini e donne che non hanno mai lesinato tempo, dedizione, passione sia nella cura del paziente sia nelle proposte di innovazione volte ad una continua avanguardia tecnologica.

Parlo da sindaco, ma le stesse considerazioni posso farle da privata cittadina. Ho - ahimè - avuto modo di frequentare il nostro ospedale per motivi sia lieti sia dolorosi e, mi creda, anche in questo caso ho sempre avuto a che fare con persone che godono della mia massima stima e fiducia, che mai smetterò di ringraziare per la professionalità con cui hanno agito e per l’umanità con cui hanno saputo rincuorare. 

Nel mio discorso, il giorno dell’inaugurazione del nuovo nosocomio, dissi che questo ospedale doveva essere «un motivo di orgoglio per il Biellese». E, come è vero che tutto si può sempre migliorare, è altrettanto certo che oggi mi sento di rinnovare quell’affermazione e di dedicarla al personale del nostro ospedale che sempre ha agito con la massima dedizione.

Elena Chiorino, sindaco di Ponderano