11 dicembre 2019
Aggiornato 20:00
Slow Food

La provincia di Biella protagonista a Cheese 2019

A Bra (Cn) dal 20 al 23 settembre la manifestazione internazionale dedicata ai formaggi a latte crudo e ai latticini organizzata da Città di Bra e Slow Food
Formaggio
Formaggio Pixabay

BIELLA - Nella dodicesima edizione di Cheese, a Bra dal 20 al 23 settembre, non manca l’occasione di conoscere i rappresentanti della migliore produzione lattiero casearia, e non solo, della provincia di Biella, protagonisti della più importante manifestazione internazionale dedicata ai formaggi a latte crudo e ai latticini, organizzata da Città di Bra e Slow Food, con il sostegno della Regione Piemonte.

L’edizione 2017 - che ha festeggiato i vent’anni dell’evento e ha segnato un record storico di pubblico, con 300 mila passaggi stimati e il 50% di presenze agli appuntamenti su prenotazione provenienti dall’estero - ha ricordato la battaglia di Slow Food sul latte crudo, restituendo il giusto valore a produzioni casearie d'eccellenza e una meritata dignità ai pastori e casari che le hanno realizzate. Quest’anno Cheese ha fatto un ulteriore passo avanti, puntando sul tema Naturale è possibile e accendendo i riflettori su tutta quella biodiversità invisibile fatta di batteri, enzimi e lieviti, silenziosamente sotto attacco dall'utilizzo sempre più diffuso di colture selezionate dall'industria.

Laboratori del Gusto, Appuntamenti a Tavola, espositori nel Mercato dei formaggi: nel programma di Cheese non manca nulla per raccontare paesaggi e territori, genti e tradizioni che sono in armonia con il tema centrale della manifestazione.

Le Dop piemontesi sono protagoniste in Piazza Spreitenbach, nello stand di Assopiemonte Dop & Igp - Regione Piemonte che accende i riflettori sul meglio delle produzioni lattiero casearie delle terre alte piemontesi, raccontate attraverso incontri di approfondimento, attività per le scuole e le famiglie, proiezioni, giochi e degustazioni. Tra gli appuntamenti Domenica 22 Settembre alle ore 15 «Slow Food Travel: i territori delle Montagne Biellesi e le Valli dell'Alto Tanaro

Slow Food presenta i primi due territori Slow Food Travel italiani: le Montagne Biellesi e le Valli dell’Alto Tanaro. Un incontro per scoprire le esperienze e le eccellenze gastronomiche di questi territori: dagli alpeggi del Biellese dove si producono il Presidio del burro a latte crudo della Valle Elvo e la tuma magra, alle castagne e alle paste di Meliga delle Valli del Tanaro.

Presìdi Slow Food

Via Principi di Piemonte ospita come sempre i Presìdi Slow Food dall’Italia e dall’estero, simbolo dell’impegno di Slow Food a tutela delle produzioni locali tradizionali che racchiudono storia, sapori e tradizioni da proteggere. Ecco i Presìdi della provincia di Biella: Macagn

Birrifici e Food Truck

Un ideale tour si conclude in Piazza Spreitenbach in compagnia di un boccale scelto alla Piazza della Birra, da abbinare alle preparazioni di Cucine di strada e Food truck. Dalla provincia di Biella troviamo: Birrificio Elvo_Elf Sas, Biella

Mercato

Passiamo ora ai veri protagonisti della manifestazione: i caci provenienti da tutto il mondo, a totale disposizione dei palati più esigenti e curiosi nel Mercato italiano e internazionale di Piazza Carlo Alberto, Piazza Roma e Via Audisio. Qui troviamo formaggi di ogni tipo, forma, dimensione, stagionatura, a pasta molle, dura, filata, pressata, ma anche mieli, confetture, mostarde… Oltre ai produttori, possiamo conoscere gli artigiani della ormai storica Via degli affinatori, tra i quali si ritrovano molte conferme ma anche alcune interessanti novità. Prodotti caseari: Caseificio Pier Luigi Rosso srl. Frutta e derivati: Azienda agricola La Soleggiata.