22 agosto 2017
Aggiornato 14:30
Ecco il loro ricordo di quel giorno

Il racconto dei Finanzieri eroi che salvarono una ragazza sul ponte di Chiavazza

Era il 3 gennaio scorso, il vicebrigadiere Roberto Gros Jacques mentre era fuori servizio notò una donna che si comportava in modo strano. Temendo che stesse per farla finita il Finanziere avvisò i colleghi. Intervenirono l'appuntato Bartolomeo Bonacci e l'appuntato scelto Andrea Lanza che riuscirono a salvare la giovane.

BIELLA - Era il tre gennaio scorso, il vicebrigadiere Roberto Gros Jacques, fuori servizio, passando sul ponte di Chiavazza in compagnia del figlio notò una donna che si comportava in modo strano. Temendo che stesse per farla finita il Finanziere avvisò la centrale operativa, una scelta che salvò una vita.

Grazie al pronto intervento dell'appuntato Bartolomeo Bonacci e dell'appuntato scelto Andrea Lanza si riuscì ad evitare il peggio. Oggi la ragazza, che aveva deciso di gettarsi nel vuoto per una storia d'amore finita male, sta bene e sicuramente porterà nel cuore il ricordo degli angeli custodi della Guardia di Finanza di Biella e dei medici che l'hanno seguita.

Ecco il racconto dei tre agenti che salvarono la giovane e i complimenti da parte del comandante provinciale, colonnello Ugo Raffaele Dallerice.