19 ottobre 2017
Aggiornato 14:30
Lavorare nella Sanità 3/3

Infermieri oggi, il sogno è il posto fisso in ospedale

Lunedì 18 giovani si sono laureati a Città Studi. Per tutti il traguardo è trovare subito lavoro, meglio se in una grande struttura sanitaria. Ecco cosa dicono alcuni di loro

BIELLA – Lunedì 18 aprile sono stati proclamati 18 neo dottori in infermieristica a Città Studi, il campus che ospita a Biella la sede decentrata dell’Università del Piemonte Orientale A. Avogadro.

Il saluto delle autorità
Una professione a servizio delle persone, ha detto la senatrice Nicoletta Favero, intervenuta oggi pomeriggio alla cerimonia per un saluto introduttivo. Il Prof. Alberto Dal Molin, coordinatore del corso di laurea in infermieristica dell’Università del Piemonte Orientale, ha voluto ribadire la centralità che oggi l’infermiere riveste nella sanità italiana. «Dovete avere la certezza - ha detto ai neo dottori - che il vostro agire modificherà nel bene e nel male la salute dei vostri pazienti. I dati presenti in letteratura dimostrano che quanto più i pazienti vengono supportati sul fronte delle cure infermieristiche, minori sono gli esiti negativi. Un percorso professionale, dunque, che da oggi comincia a prendere il via, ma in cui lo studio non dovrà essere mai abbandonato».

I 18 neo infermieri
I neo dottori proclamati oggi sono: Barbarito Alice, Bompan Linda, Catto Alessandra, Colletti Luana Calogera, Della Selva Elisa Michela, De Paolo Giulia, Dongmo Jeutsa Isabelle Corinne, Fantini Mara, Ferraro Fornera Daniele, Formagnana Carlo, Gardina Arline, Marasco Edoardo, Mirto Carlotta, Petrillo Jessica, Ramalingam Lakshan, Rovetti Elena, Saviolo Federico, Signorello Nicola.