23 settembre 2017
Aggiornato 05:30
Musica

Clive Bunker: a Biella una leggenda del rock racconta la sua storia

Con i Jethro Tull, negli anni '60 e '70, ha calcato alcuni dei palchi più prestigioso al mondo. Ora con Riki Massini è tornato al suo primo amore, il blues. Ecco qualche pillola della sua vita fuori dagli schemi

BIELLA - Si è concesso alle telecamere del Diario di Biella durante l'evento Microsolchi al hiostro di San Sebastiano, Clive William Bunker, è nato a Luton, Gran Bretagna, il 30 dicembre del 1946. E' stato il primo batterista dei Jethro Tull. Ha contribuito ai primi 4 album del gruppo, compreso il leggendario Aqualung. Ha abbandonato la band nel 1972 per dedicarsi appieno alla vita familiare e ad altre professioni. Nel 1974, tuttavia, Bunker entra a far parte dei Blodwyn Pig, la band formata da Mick Abrahams dopo il suo abbandono dei Jethro Tull nel 1969. Clive si è unito con la Manfred Mann Earth Band nel 1991 quando il gruppo si è riformato, sino all'ultimo tour con loro del 1993. Oggi Clive è un musicista molto ricercato per le session, con molti crediti a suo nome. Da una decina d'anni tra le sue collaborazioni c'è anche quella con il chitarrista biellese Riki Massini: «E' un onore continuare la collaborazione con un mostro sacro della musica mondiale come Clive – racconta Riki Massini - un'esperienza davvero unica. A breve, forse già a fine estate o inizio autunno, torneremo in Italia per dei nuovi concerti».

I Jethro Tull
I Jethro Tull sono stati una delle maggiori band di rock progressive al mondo, originari di Blackpool, in Inghilterra, hanno iniziato la loro carriera musicale nel 1967 grazie al loro frontman, lo scozzese Ian Anderson (cantante, flauto traverso e polistrumentista). La formazione prende il nome dal pioniere della moderna agricoltura, l'agronomo Jethro Tull (1674-1741). La loro musica era contraddistinta dalla presenza dominante del flauto traverso, suonato dal virtuoso leader Ian Anderson. Dopo un esordio all'insegna del richiamo al blues, i Jethro Tull hanno attraversato la storia del rock, sperimentando vari generi e stili, dal classico al folk rock, dal progressive al jazz rock al folk prodotto con strumentazioni acustiche. Hanno venduto più di 60 milioni di album in tutto il mondo.