22 agosto 2017
Aggiornato 22:30
Montagna

La carica dei 200 al Mucrone Days: irriverenti, colorati e... super-eroici

Video esilarante sulla gara di domenica scorsa, con gli atleti impegnati nella corsa verso la vetta tra birra e costumi... Immagini di Valeria Cavallo

BIELLA - A pochi giorni dall’evento che ha animato e colorato i sentieri della conca di Oropa, un piccolo riassunto video che raccoglie i momenti più divertenti ed esilaranti del trail direttamente dalla prospettiva di chi li ha vissuti.

L'evento
Il 25 Settembre ,durante il sabato dei Mucrone Days, ha preso il via la seconda edizione del "MUC – Mucrone Ultra C" la corsa in montagna più goliardica e divertente che si possa immaginare... Dallo start gli atleti hanno avuto 5 ore per raggiungere il traguardo seguendo un percorso che dalla "passeggiata dei preti" porta alla cima del Cucco e dal tempietto si ricongiunge al sentiero per il "rifugio Rosazza", fino al traguardo nei pressi del "rifugio Savoia». Lungo il percorso gara erano presenti 4 punti di ristoro con musica, cibo e spettacoli ma soprattutto litri e litri di birra Menabrea; per ogni birra bevuta venivano tolti 10 minuti dal tempo di gara.

La gara
La competizione era da svolgersi in costume con il fine di premiare le maschere più assurde e irriverenti; i migliori sono stati un gruppo di mucche al pascolo con pastore piemontese irriverente dotato di megafono, un gruppo di scolari in grembiule, un gruppo di leggiadre ballerine in tutù, le ragazze quadro e gli uomini lego che hanno animato ogni ristoro con scenette ed esilaranti battute. Si può facilmente immaginare quanto l’atmosfera fosse irriverente e dinamica ed è questo lo spirito che ha reso particolare l’evento: mettendo da parte ogni forma di competitività e agonismo la parte più importante è stata giocata dal divertimento e dalla follia. Grazie al successo dei più di 200 iscritti alla competizione e alle molte persone presenti ai festeggiamenti del dopo-gara ci auguriamo che eventi del genere possano animare più spesso le valli sotto al Mucrone secondo il motto: Never Stop fei’ asu!