19 ottobre 2017
Aggiornato 14:30
Rugby

Coach McLean si racconta: «Amo il mare, i Pink Floyd e un po' tifo Napoli»

Intervista all'allenatore degli Orsi, tra sport e impegni personali. Il ritratto di un uomo tranquillo che ama le sfide: «In Nuova Zelanda sono cresciuto facendo quasi sempre tanto, tantissimo rugby».

BIELLA - «Sono una persona molto competitiva e quindi, per tenermi in forma, ho bisogno di sempre nuove sfide. Ma in realtà al di là del rugby non ho ancora trovato uno sport che unisca le due cose». Coach McLean si racconta. E ne viene fuori il ritratto di un uomo tranquillo, ma dalla grande energia.

Musica e pallone
«In Nuova Zelanda sono cresciuto facendo quasi sempre tanto, tantissimo rugby - aggiunge il coach, da una dozzina di anni sotto il Mucrone -. Per noi è come il calcio in Italia. Però mi piace anche il golf e il cricket. La musica? Ascolto musica che mi rilassi, direi vecchio stile. Tipo i Pink Floyd oppure i Dire Straits. Il calcio lo seguo poco, però, sono stato diverse volte a Napoli. La città è bellissima. Le persone anche. Ho visto qualche partita e allora se proprio devo scegliere, dico: Napoli».

La passione per il mare
«Amo il mare e andare in barca a vela. A Viverone sono andato diverse volte... Ma non c'è abbastanza vento, per me» dice, sorridendo Callum MecLean.