16 ottobre 2019
Aggiornato 09:00
Biella

«Botti? Nessuna multa... Decoro e sporcizia, sì a controlli e sanzioni»

Dopo l'ordinanza del sindaco per Capodanno, che tanto ha fatto discutere, l'assessore alla polizia municipale Stefano La Malfa fa il punto della situazione

BIELLA - «Non mi risultano multe per i botti di Capodanno. D'altronde sarebbe per noi impossibile controllare tutto il territorio. Servirebbe un esercito - così l'assessore comunale Stefano La Malfa, con delega alla polizia municipale, spiega l'ordinanza che tanto ha fatto discutere su Internet e sui social nei giorni scorsi (il fatto) -. Il valore del divieto è in realtà simbolico. L'obiettivo è di prevenire ferimenti e danneggiamenti, come avviene in tante parti d'Italia tutti gli anni. E il sindaco bene ha fatto nel suo ruolo di massima autorità in materia di sicurezza e di salute pubblica ad emanare un provvedimento di questo tipo».

No, al degrado
Discorso diverso, invece, per controlli e sanzioni a chi sporca spazi pubblici. Dice infatti l'amministratore La Malfa: «I controlli proseguiranno. Per il decoro pubblico, per i cittadini e per i commercianti che ogni mattina si trovano spesso mozziconi di sigarette o altro da pulire davanti le proprie attività di lavoro». Nei giorni scorsi, infatti, avevano fatto discutere le sanzioni contro proprietari di cani che non avevano raccolto i bisognini dei propri animali. Ma non solo. Multe sono state elevate pure dagli agenti della polizia municipale a quei fumatori che hanno abbandonato a terra i mozziconi di sigarette.