29 giugno 2017
Aggiornato 09:00
Biella Rugby

«L'obiettivo era salvarsi: stagione positiva. E noi continuiamo a crescere»

Parla il presidente Vittorio Musso, tra presente e futuro: salto di categoria non prioritario e condizionati da tanti infortuni... Sì ai giovani, l'accademia e all'ampliamento del nostro impianto

BIELLA - «L'obiettivo di quest'anno era di salvarsi, in modo tranquillo. Con i tanti infortuni che abbiamo avuto, proprio in un momento delicato della stagione quale la parte finale del campionato, difficile pensare di andare oltre. La promozione? Non è mai stato l'obiettivo della società». Parola di Vittorio Musso, presidente del Biella Rugby che a tre giornata dalla fine della stagione, comunque, può guardare ancora ai play off promozione.

Crescere, crescere e ancora crescere
Musso fa quindi il punto della situazione della società, che continua a crescere. "I lavori al campo ci porteranno ad avere una struttura a disposizione tra le migliori in circolazione. Abbiamo circa 500 tesserati. Siamo tre le eccellenze a livello nazionale, sia come settore giovanile sia come club. La strada giusta è questa: consolidarci e crescere» ha detto in sintesi il numero uno del club gialloverde.

I giovani
Vittorio Musso parla anche del progetto di ulteriore valorizzazione del settore giovanile, fiore all'occhiello della società. La società infatti sta per definire un'intesa con l'Università del Piemonte Orientale per delle borse di studio da concedere a ragazzi che vogliono studiare a Biella e giocare a rugby. Un'idea per portare altri giocatori di valore, e giovani, nel club. Il progetto sarà presto presentato ufficialmente e dovrebbe partire già dal prossimo anno accademico e stagione sportiva.