29 giugno 2017
Aggiornato 09:00
Piazzo

C'è una balena in mezzo ai giardini di Palazzo Gromo Losa

Nello storico edificio, c'è una parte dell'esposizione di Selvatica. L'evento prosegue fino al 2 del prossimo luglio. Quest'anno è la sesta edizione del festival

BIELLA - Fino a domenica 2 luglio 2017, tiene banco in città la sesta edizione di Selvatica. Arte e Natura in festival, la manifestazione che unisce Natura e Cultura per raccontare la bellezza del pianeta tramite le arti visive. Il festival, giunto alla sua sesta edizione, torna ad affrontare il tema, più che mai attuale, della responsabilità umana verso la salvaguardia del patrimonio naturalistico e ambientale e lo fa creando un dialogo con le arti visive contemporanee che diventano un filtro con cui osservare il mondo. Attraverso un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura e laboratori didattici rivolti ai più giovani, la manifestazione riunisce secondo un’unica coerente progettualità artisti, intellettuali, creativi e ricercatori provenienti da differenti ambiti del sapere, tutti accomunati dall’aver fatto del mondo naturale il centro della loro poetica o del loro lavoro.

L'evento
Selvatica. Arte e Natura in Festival – a cura di Alessandra Redaelli per la parte artistica e di Fabrizio Lava per la parte fotografica - animerà la città di Biella e il territorio biellese. Il cuore pulsante dell’iniziativa si focalizzerà intorno alle sedi di Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e il Museo del Territorio Biellese e coinvolgerà anche l’Oasi Zegna dove sarà possibile vivere un’esperienza naturalistica outdoor.

L'esposizione
Palazzo Gromo Losa, con i suoi giardini all’italiana, sarà uno dei luoghi cardine del festival e farà da scenario a tre delle mostre più significative della manifestazione. Le sale del Palazzo ospiteranno le opere di Marzio Tamer (nato a Schio nel 1964), pittore molto amato in Italia e all’estero che con i suoi ritratti di animali, a figura intera o in primissimi piani fotografici, riesce a trascendere il concetto di verosimiglianza andando verso un mondo ulteriore che ha il sapore della metafisica. Nella sezione fotografica di quest’anno saranno esposte 90 immagini delle più di 20 mila arrivate per il Glanzlichter, uno dei concorsi di fotografia naturalistica più importanti d’Europa, patrocinato dal Ministero Federale dell’Ambiente tedesco, che torna a Biella per la terza volta.