19 ottobre 2017
Aggiornato 14:30
Biella

«Pronto ad andare a Roma, ma decida il Partito democratico»

Emanuele Ramella Pralungo studia da deputato. L'attuale presidente provinciale però dichiara di affidarsi alla volontà del Pd. Campagna elettorale aperta. Roberto Pella lo sfidante per il centrodestra?

BIELLA - Studia davvero da deputato Emanuele Ramella Pralungo, attuale presidente provinciale e sindaco del Comune di Occhieppo Superiore. Nelle scorse settimana in un'intervista a La Stampa aveva ammesso di essere stato interpellato, confermando oggi di pensarci seriamente. Pragmaticamente, però, il numero uno dell'ente di via Sella si affida al partito. O meglio, ai vertici del partito.

CARRIERA - L'aspirazione di Ramella Pralungo verso il Parlamento appare legittima, soprattutto dopo l'ingrato compito svolto in Provincia, ente di cui nessuno voleva prendere il timone dopo il commissariamento e il rischio di smantellamento tra una riforma e un taglio dal governo centrale. Ce la può fare? Molto dipenderà dalla legge elettorale con cui gli italiani andranno a votare, presumibilmente, all'inizio del prossimo anno.

PRONTO - Come conferma nell'intervista concessa al Diario di Biella, il sindaco e presidente è lusingato: «Se n'è parlato. E mi è stato chiesto. Si tratta di qualcosa di lusinghiero. Perché negarlo, ma io mi affido comunque al Partito, che deve decidere».

SFIDANTE - Attualmente il centrosinistra ha ben due rappresentanti, nella capitale: Gianluca Susta e Nicoletta Favero, entrambi del Partito Democratico, entrambi al Senato. Dove e come proseguiranno la loro carriera i due pezzi da novanta della squadra di centrosinistra sotto il Mucrone, finita la legislatura? Questione che dovrà risolvere anche il segretario provinciale del partito Paolo Furia. Per per il centrodestra? Le voci più insistenti vogliono Roberto Pella in prima fila verso Roma