17 dicembre 2017
Aggiornato 01:30
Politica

«Pronto a ricandidarmi, prima però tanto lavoro per Biella»

Parla il sindaco della città, Marco Cavicchioli: in questi anni, c'è stata una squadra leale e compatta intorno alla mia persona... Di nuovo in gara solo con lo stesso spirito

BIELLA - «Sono disponibile, ma penso sia ancora presto per parlare delle prossime elezioni amministrative». E' questa la sintesi del pensiero di Marco Cavicchioli, che al Diario di Biella dichiara comunque la propria disponibilità a ripresentarsi per la corsa a Palazzo Oropa del 2019. "Quanto fatto in questi anni è frutto di un lavoro di squadra - ha detto -. Una squadra (consiglieri e assessori) leale e compatta. Se ci sarà la medesima compattezza, e fossimo diciamo nel 2018, allora volentieri darei la mia disponibilità".

LAVORO - Cavicchioli però pensa alle tante cosa da fare. «Ci sono 15 milioni di euro da investire in città - spiega -. E' quindi preseto per questi ragionamenti. Certo, vedo che nel centrodestra non è così: ne prendo atto, ci sta, legittimamente. Ma noi abbiamo ancora molte cose da portare avanti prima di pensare alla campagna elettorale».

CHI E' - Marco Cavicchioli è nato a Biella e vive a Cossila San Grato. È laureato in giurisprudenza ed esercita la professione di avvocato. Al fianco di numerose associazioni di volontariato locali si è occupato anche di diritti degli stranieri e dei soggetti deboli. È da sempre appassionato di politica, ma non si era mai impegnato direttamente prima delle elezioni amministrative del 2014, vinte al ballottaggio dopo aver ottenuto la candidatura alle primarie del centrosinistra con quasi il 50% delle preferenze. È appassionato di cinema, soprattutto Kubrick e la commedia all'italiana, e di calcio.