24 ottobre 2017
Aggiornato 09:30
Mongrando

«Aiuto tutti: italiani e stranieri. E basta con gli insulti sui social»

Tony Filoni aveva promosso la firma per superare le legge Bossi-Fini, ricevendo (anche) critiche e minacce. Nell'intervista spiega il suo pensiero

MONGRANDO - «Aiutiamo tutti: italiani e stranieri. Per me esiste solo la razza umana». Questa la sintesi del pensiero di Tony Filoni, sindaco del paese, dopo la polemica dei giorni scorsi.

I FATTI - Qualche giorno fa avevamo pubblicato la notizia che negli uffici del Comune fosse disponibile la documentazione per aderire all'iniziativa di superamento della legge Bossi/Fini in materia di immigrati. Notizia che sul web è diventata quasi virale, con una vera e propria pioggia di commenti, molto spesso offensivi nei confronti del primo cittadino.

LA REPLICA - «Sono stato offeso e minacciato. Mi è stato mancato di rispetto come persona, tirando in ballo il mio lavoro - spiega Filoni -. Mi ispiro al Vangelo è quindi perdono chi è stato responsabile. Ma penso non serva a niente comportarsi così.  Sono quindi a disposizione di tutti per spiegare cosa penso. E soprattutto cosa facciamo per le persone in difficoltà: tutte».E ancora: «Nel nostro Comune ci sono circa 120 persona in difficoltà economica. Vengono tutte aiutate: al di là del colore delle pelle. Sono stato educato e formato ad aiutare gli ultimi, sempre. Chi ha detto che non lo faccio verso gli italiani, non sa cosa dice".