18 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Biella

Contributi per 13 negozi "svantaggiati"

La cifra complessiva è di 20 mila euro. Ogni attività ne prenderà poco più di mille e cinquecento. Ieri la conferma da parte dell'assessore La Malfa

BIELLA - Sono tredici i negozi di collina che hanno ricevuto lunedì 25 settembre, dalle mani dell’assessore Stefano La Malfa, la conferma di avere diritto al contributo stanziato dal Comune e l’adesivo da esporre in vetrina o sul bancone, che contrassegna le loro caratteristiche di presidio sociale per chi vive più lontano dal centro e dai suoi servizi. «Si tratta pressoché del 100 per cento delle domande che avevamo ricevuto - spiega l’assessore -. Solo una non è stata ammessa perché il negozio non è ancora materialmente aperto. Potrà entrare nella lista dall’anno prossimo, dato che abbiamo intenzione di mantenere questo sostegno per almeno un triennio».

IL PROGETTO - La cifra messa a disposizione è di 20 mila euro. La suddivisione porterà nella casse degli esercizi commerciali 1.538 euro che saranno erogati in due rate. La prima arriverà nei prossimi giorni e la seconda alla fine dell’anno, previa verifica del fatto che tutti abbiano mantenuto le caratteristiche che danno diritto al sostegno. Si tratta dei servizi extra che i negozi garantiscono agli abitanti delle zone periferiche, come la consegna a domicilio, la possibilità di pagare bollette, tariffe o imposte, la presenza sugli scaffali di almeno cinque prodotti tipici biellesi, il servizio di lavanderia, la vendita di carni fresche o surgelate, la presenza della rete WiFi a disposizione dei clienti. I negozi di alimentari devono averne almeno due, per farmacie, edicole e tabaccherie ne basta uno.

L'ELENCO - Ecco l’elenco dei negozi di collina rione per rione: a Barazzetto l’edicola-tabaccheria Gili di strada Barazzetto-Vandorno 145, nella zona della Nera tra San Grato e Piazzo il minimarket Pane e Marmellata di strada della Nera 19/a, l’edicola-tabaccheria-libreria Coda Zabetta di strada della Nera 19, la macelleria Ramella Rat di via Juvarra 1, a Cossila San Grato il market A&O Cossila di via Santuario d’Oropa 75, la farmacia Rosso di via Santuario d’Oropa 52 e l’edicola-tabaccheria Frigato di via Santuario d’Oropa 133, a Favaro l’alimentari Romano di via Santuario d’Oropa 491, a Pavignano il minimarket-tabaccheria Osiliero di via Rappis 6-8, il frutta e verdura Uberti Bona di via Rappis 5, l’edicola-cartoleria Manca di via Rappis 5 e l’edicola-tabaccheria-cartoleria Braga di via Pettinengo 23, a Vaglio Alimentari ‘l Val di strada Vaglio Colma 55/b.