24 novembre 2017
Aggiornato 21:00
Montagna

«Valle Cervo luogo speciale per praticare il boulder»

Stefano Perrone spiega lo spirito del «Climb Bürsch Bloc», evento che si svolgerà domenica 12 novembre a Rosazza

ROSAZZA - Appuntamento per domenica 12 novembre con il «Climb Bürsch Bloc», appuntamento fortemente voluto dal sindaco Francesca Delmastro e dalla guida alpina Stefano Perrone, che proprio in questi giorni sta lavorando lungo il torrente Cervo per mettere appunto vie e massi in previsione dell'evento. «Speriamo di avere almeno un centinaio di appassionati - dice Perrone -. L'obiettivo è proprio quello di far conoscere agli appassionati queste zone, spesso davvero incredibili».

COS'E' - l termine bouldering deriva dall’inglese boulders che, letteralmente, significa massi. Oggi, quando si usa questo termine si va a indicare una tipologia di arrampicata su massi alti circa 5 metri. Il tutto si svolge grazie a una serie di massimo 10 movimenti. In Italia il bouldering è anche noto con il termine sassismo e si è sviluppata come tecnica di allenamento per le arrampicate delle pareti montuose, delle Alpi in particolare. Con il passare del tempo, poi, la tecnica ha preso forza ed è diventata quasi autonoma, tanto che ora c’è chi pratica il bouldering e non pratica, ad esempio, l’arrampicata su pareti montuose.