17 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca dal Biellese

Giovane si suicida dal ponte della Pistolesa. Un mese fa, fu salvato da un carabiniere

Era residente in Lombardia. Alcuni passanti hanno contattato le forze dell'ordine. Usato un elicottero per recuperare la salma

Carabinieri e ponte della Pistolesa (© Diario di Biella)

BIELLA - È stata recuperata da pochi minuti, nel Triverese, da un elicottero dei Vigili del Fuoco giunto da Torino, la salma del giovane, originario della Lombardia, che oggi, martedì 5 dicembre, si è tolto la vita gettandosi dal ponte della Pistolesa. Il corpo, infatti, giaceva in direzione di Veglio, in un punto particolarmente ripido e boscoso, difficile da raggiungere a piedi. Stando alle prime, quanto sommarie informazioni, sembra che il ragazzo, che aveva già tentato di uccidersi un mese fa, fermato all'ultimo istante dai militari dell'Arma, sia sfuggito al controllo dei familiari e abbia raggiunto in auto il Biellese (il precedente). Parcheggiata l'auto, il volo nel vuoto. E a notare il mezzo è stata proprio una pattuglia dei carabinieri, che ha dato l'allarme e richiesto l'intervento dei pompieri e del 118. Per la vittima, però, non c'era più nulla da fare. In serata arriveranno i genitori del ragazzo per il riconoscimento del corpo.